tagtop

Sunny

30°C

Vaglia

Sunny

Humidity: 48%

Wind: 22.53 km/h

Fortemente affollato dagli appassionati di motociclismo, il Passo della Futa è un valico dell’Appennino tosco-romagnolo (altitudine 903 m), sito in provincia di Firenze, nel comune di Firenzuola.


Attraversato dalla ex Strada statale 65 della Futa (ora strada regionale 65), separa la vallata del Mugello dalla vallata del fiume Santerno.

Molti campioni del nostro motociclismo si sono fatti le ossa su queste curve; tra tutti il tre volte campione del mondo Luca Cadalora, che la leggenda vuole quindicenne con il suo “fifty” Malaguti scarrozzare per il passo.

Questo luogo ha però anche un’importante rilevanza storica; durante la Seconda Guerra Mondiale fu infatti difeso da alcune delle principali opere fortificate del sistema difensivo tedesco, denominato Linea Gotica; abbandonate dopo lo sfondamento alleato avvenuto sull’adiacente Passo del Giogo di Scarperia nel settembre 1944.
Dagli anni cinquanta il Passo della Futa è sede di un importante cimitero di guerra tedesco. Il Cimitero è il più grande fra quelli realizzati in Italia dal Volksbund Deutsche Kriegsgräberfürsorge, l’ente privato sovvenzionato dallo stato tedesco per il servizio delle onoranze ai caduti di guerra germanici.
 Inaugurato ufficialmente il 28 giugno 1969, in seguito ad un accordo del 1955 stipulato fra l’Italia e la Repubblica Federale di Germania per la sistemazione delle salme dei soldati tedeschi caduti in territorio italiano; il cimitero accoglie 30.683 salme, provenienti da 2.069 comuni italiani.