tagtop

Sunny

30°C

Vaglia

Sunny

Humidity: 48%

Wind: 22.53 km/h

Le origini di questo paesello, sono legate, similmente a molti altri luoghi mugellani, alla potente famiglia degli Ubaldini.
A loro si deve la creazione del grande Monastero Camaldolese di San Pietro nel 1086; fu difatti in seguito alla donazione di alcune terre all'ordine camaldolese, ed alla conseguente visita del priore di Camaldoli Beato Rodolfo Falcucci, che nacque il progetto di un monastero femminile a Luco.


Inutile dire che il prestigio ed il potere del Monastero crebbero energicamente, grazie anche alle numerose donazioni delle donne che ne vestivano l'abito, molte delle quali appunto appartenenti ad alcune delle più illustri e nobili famiglie della zona (Ubaldini, Uberti, Visdomini, Tosinghi, Tavanti, Bardi, Della Casa ecc.).
La fortuna del monastero, non mancò di suscitare invidie e contrasti, tant'è che nel 1251 e nel 1490 fu assalito e devastato.

Nel 1523 la storia del monastero è caratterizzata dal soggiorno del pittore fiorentino Andrea del Sarto, in fuga dall'epidemia di peste che imperversava nella città; segno del suo passaggio è riscontrabile nella Grande Pala che egli eseguì per l'altare maggiore della chiesa del Monastero (“Deposizione di Cristo dalla Croce”), oggi conservata nella galleria Palatina di Palazzo Pitti a Firenze.
Il monastero fu soppresso dal governo di Firenze nel 1808, per poi essere trasformato, nel 1871 nell'ospedale che ha servito il Mugello fino al 1990, anno in cui è stato sostituito da quello più recente a Borgo san Lorenzo.